Travel Planner

Consulenza individuale in presenza

L’osteopatia è una medicina in grado di osservare la problematica della persona da un punto di vista olistico, integrandola nel suo vissuto attuale e passato, indagando la causa originaria in tutti i sistemi biologici che compongono il corpo fisico: quello mio-fasciale, viscerale, vascolo-linfatico e neurologico, psico-emotivo, senza escludere quello energetico-spirituale.

Un semplice mal di schiena può essere espressione di un mal funzionamento intestinale, dato da un trauma in caduta sul sacro quando si era piccoli o da una cicatrice per un intervento chirurgico pregresso, mantenuto da una situazione stressogena lavorativa… O un mal di testa può essere dato da un’asimmetria all’interno della bocca che porta ad un modo di deglutire scorretto alla cui base c’è un modo di respirare trattenuto… 

L’obiettivo dell’osteopata è quello di riportare in equilibrio il sistema mente-corpo-spirito attraverso la liberazione delle tensioni fisiche che abbiamo strutturato nell’arco della vita visibili nella postura del corpo come una tela dipinta.

Dal mio punto di vista, il trattamento osteopatico non è sufficiente a ridare armonia al corpo. Ecco perché mi piace capire qual è modo di vivere quotidiano della persona per comprendere quanta attenzione sta dando al suo corpo e aiutarla a strutturare delle abitudini quotidiane che possano sostenere la salute.

Il corpo è un sistema sensibile e delicato: il dolore è il segnale per comunicarci che sta soffrendo perché c’è qualcosa che non vogliamo ascoltare. Così si irrigidisce attraverso la chiusura del respiro per proteggersi e fare da scudo alla Vita, la linfa, che scorre in noi. La nostra energia e vitalità diminuiscono e viviamo con il pilota automatico secondo una modalità di sopravvivenza.

Quando il respiro si intesisce, i tessuti si contraggono, il sangue scorre meno, ristagna e il sistema nervoso smette di regolare i meccanismi che ci mantengono in salute. Viene a mancare la capacità interna di oscillare tra uno stato di attivazione e disattivazione fisiologici, che ci permette di rispondere in modo resiliente a un eventuale stress. Quando questa (definita capacità allostatica) si intoppa l’equilibrio interno e i meccanismi regolatori della salute corporea iniziano a vacillare, cioè viene compromessa l’omeostasi. La prima cosa da fare è risvegliare il sistema di calma e connessione e ristabilire una connessione con il nostro corpo per capire quali sono i suoi reali bisogni. E per fare questo bisogna partire proprio dal corpo.

Il tocco come via di guarigione

Il tocco delle mani ci permette di sentirci. Durante il trattamento abbiamo la possibilità di sentire realmente come stiamo e cosa ci vuole dire, a volte urlare, il corpo. Il tipo di tocco utilizzato durante il trattamento dipende da ciò che la struttura comunica e attraverso l’ascolto dei tessuti si può comprendere quale tipo di approccio è meglio in quel momento. A volte è necessario un tocco più deciso ”impositivo” e meccanico, altre volte è richiesto un tocco dolce, delicato e sottile, altre volte ancora il lavoro richiesto dal sistema è nel campo energetico della persona, allora il tocco è più aereo.

Possiamo imparare a sentirci anche con le nostre mani, ecco perchè trasmetto la pratica di autotrattamento. L’autotrattamento è una modalità che ci riporta al respiro e alla presenza, ed è anche la porta di accesso al piacere. Ci permette di sentire di quale tipo di tocco abbiamo bisogno e in quale zona e ci insegna a darci il nutrimento necessario, comprendendo quali sono le tensioni presenti, riducendo la frammentazione interna e riportando il corpo ad uno stato di armonia ed unità.

L’approccio che utilizzo

Durante il primo incontro valuto quali sono le difficoltà di cui il tuo corpo sta parlando, che si esprimono con il sintomo manifesto riportato come fastidio, disagio o dolore, attraverso una breve raccolta dati riguardante la tua storia personale e l’osservazione della tua postura.

Cerco di pormi in ascolto della persona e del suo corpo chiedendomi: di che cosa hanno bisogno i tessuti in questo momento? 

Da qui strutturo un percorso di cura volto al sostenere il riequilibrio generale del corpo, cioè del sistema fasciale e delle relazioni di esso con gli altri sistemi (psico-neuro-immuno-endocrino). Durante il trattamento: 

🌿 utilizzo oleoliti, unguenti e oli essenziali a seconda della pianta di cui necessita il corpo

🌿 consiglio pratiche corporee, yogiche e di autotrattamento osteopatico

🌿 suggerisco rimedi naturali fitoterapici, infusi o decotti, tinture e dei rituali di cura quali vapori corporei, cataplasmi, impacchi o bagni di erbe.

Tutto questo con il fine di dare strumenti pratici da utilizzare nella quotidianità per creare una routine a sostegno del benessere e dell’armonia.

Trattamenti in Natura

Il corpo e tutto il nostro sistema beneficiano del potere di autoguarigione che la Natura ci offre.
Per questo motivo, durante la stagione primaverile ed estiva offro la possibilità di eseguire il trattamento osteopatico in Natura. Ricevere un trattamento in Natura ne ampflica gli effetti. Trovarsi immersi nel bosco, circondati dagli alberi e respirare con loro predispone il corpo in una modalità di ricezione perchè permette al sistema nervoso di dirigersi verso l’autoregolazione del tono autonomico. L’apertura del corpo, il respiro che si approfondisce e i tessuti che si ammorbidiscono, permettono al trattamento di entrare in profondità.

Consulenza e trattamento osteopatico in presenza

🌿 Contributo: 70 euro

🌿 Durata sessione: tra i 60 e i 90 minuti

🌿 I trattamenti si svolgono a Brescia e Como

Per prenotare il tuo trattamento contattami via telefono, mail o Whatsapp, in modo da fissare giorno e orario.
Potrai farmi anche eventuali domande che dovessero esserti rimaste:

Telefono

Email

Whatsapp

Vuoi scoprire i percorsi settimanali e mensili?