Travel Planner

Con-Tatto la mia vagina

Pratiche di autotrattamento interno

Quanto siamo state abituate a prendere contatto con il nostro spazio intimo e sacro dei genitali? 

Quanto è ancora un tabù per noi donne toccarsi il seno o la vagina e quanto questo ci disconnette dal nostro corpo?

In questa serie di incontri l’intento è quello di imparare ad approcciarci al nostro fiore di loto: la vulva, la vagina, la cervice, l’ano, il perineo… E come lo facciamo? Imparando ad autotrattare questo spazio.

L’apparato genitale femminile di utero, ovaie, tube, vagina e tutta la tribù che lo compone è rivestito da una propria pellicola fasciale (la fascia endopelvica) che dà origine a dei legamenti, i quali si agganciano alle ossa del bacino e ai tessuti del pavimento pelvico. Quando c’è una tensione di questi legamenti la mobilità del bacino viene limitata e il pavimento pelvico si irrigidisce, ma non solo… anche la funzione degli organi stessi viene influenzata.

Ogni organo del nostro corpo ha una sua mobilità, cioè per compiere le sue funzioni fisiologiche si deve muovere. L’utero, per esempio, si contrae e decontrae durante la mestruazione per espellere l’endometrio. Se questo non può accadere per un rigidità dei tessuti, possono verificarsi sintomi come dolore durante la mestruazione o segni come un cambiamento del colore e della quantità del sangue mestruale. Allo stesso modo le ovaie hanno bisogno di libertà per permettere di far compiere il ciclo all’ovulo e di presentarlo per un’eventuale fecondazione.

L’autotrattamento interno della vagina ci permette di accedere a quelle aree di tensione che possiamo sentire quando muoviamo il bacino, quando camminiamo o che ci danno dolore. E’ una pratica forte e molto intima e ci permette di andare in profondità dei tessuti che compongono il pavimento pelvico che dall’esterno sono difficili da raggiungere e di rilasciare le zone di fissità che impediscono a questi organi di esprimersi liberamente. 

Durante i vari incontri inizieremo step by step a prendere confidenza prima con lo spazio genitale esterno del bacino e poi con quello interno della cavità uterina, cervicale e anale. Il respiro ci guiderà ad ascoltare qual è il tempo di apertura di questo tempio sacro e ci sosterrà quando incontreremo una chiusura dei tessuti. Scopriremo quanto è piacevole perderci nella cura e nel rilascio di questo spazio.

Come prepararsi per la pratica

 

🌿 scegli un luogo accogliente, caldo, che ti faccia sentire sicura

🌿 tappetino yoga o tappeto morbido

🌿 procurati dei supporti (cuscini e coperte)

🌿 olio o unguento

🌿 accendi una candela bianca, il tuo incenso o olio essenziale in diffusione preferito

Con-Tatto la mia vagina

 🌿 Quando: da giovedì 7 dicembre 2023 ore 20:30

🌿 Dove: online 

🌿 Costo: 50 euro

per confermare il proprio posto è necessario il pagamento a

Valentina Vavassori

Banco BPM – IT25K0503451270000000003130

causale: con-tatto la mia vagina

per finalizzare l’iscrizione inviare la contabile del bonifico a

info@ilritmodelcorpo.it

Per info, eventuali chiarimenti e prenotazioni Valentina:

Telefono

Whatsapp

Vuoi scoprire gli altri percorsi in programma?